Crea sito

Categorized | Cinema

Cinema: “Snowpiercer”, “Una donna per amica” e tutte le novità


Parte la nuova stagione anche per il nostro appuntamento settimanale, che i lettori affezionati conoscono molto bene, attraverso il quale andiamo a introdurre le novità della settimana al Cinema. Partiamo da “Snowpiercer”, film di fantascienza diretto da Joon-ho Bong, quindi “Una donna per amica”, commedia di Giovanni Veronesi, “La Bella e la Bestia” di Christophe Gans, e non soltanto.


La Copertina della settimana

Locandina italiana Snowpiercer“Snowpiercer”, regia di Joon-ho Bong – Corea Del Sud, USA, Francia 2013 – Fantascienza, Azione
con Chris Evans, Kang-ho Song, Ed Harris, John Hurt, Luke Pasqualino,  Tilda Swinton, Jamie Bell, Octavia Spencer, Ko Ah-sung, Kenny Doughty, Ewen Bremner , Tomas Lemarquis, Allison Pill
Soggetto: Joon-ho Bong, basato sulla serie a fumetti “Le Transperceneige” di Jacques Lob, Benjamin Legrand e Jean-Marc Rochette
Sceneggiatura: Joon-ho Bong, Kelly Masterson
Montaggio: Steven M.Choe
Fotografia: Kyung-pyo Hong
Scenografia: Ondrej Nekvasil
Musica: Marco Beltrami
Prodotto da  Moho Films, Opus Pictures, SnowPiercer, Stillking Films per Koch Media, colore, 127′

In un prossimo futuro, a seguito degli effetti catastrofici del riscaldamento globale, la Terra conosce una nuova Era Glaciale. I sopravvissuti del genere umano vivono dentro ad un lungo treno rompighiaccio che corre continuamente in giro per il Mondo. L’inventore di questo straordinario mezzo è il misterioso Wilford, che ha anche scelto di suddividere il treno in classi sociali: i passeggeri di prima classe vivono in testa e con tutti i privilegi, e così via giù di livello fino alla coda, dove i poveri e i miserabili, saliti gratis, cercano di sopravvivere. Ma la situazione presto sarà vicina a un radicale cambiamento.
Presentato al Festival di Roma 2013, un film molto interessante che tra fantascienza, azione, risvolti drammatici riesce a intrattenere e far riflettere allo stesso tempo. Un futuro post-apocalittico che però si porta dietro i problemi del sistema sociale deviato che esistevano anche prima. La rivolta sociale alle porte, la ricchezza per i pochi e comunque mal distribuita, le ingiustizie, la violenza, l’oppressione dei potenti nei confronti del popolo sono aspetti presenti in “Snowpiercer” del talentuoso regista sud-coreano Joon-ho Bong, che appunto avvalendosi di una stupenda fotografia e non tralasciando neppure per un momento lo stile e la precisione tecnica del film trova un perfetto mix tra spettacolo e significato del racconto.

Le altre proposte della settimana

Locandina Una donna per amica“Una donna per amica”, regia di Giovanni Veronesi – Italia 2014 – Commedia
con Fabio De Luigi, Laetitia Casta, Valentina Lodovini, Adriano Giannini, Valeria Solarino, Monica Scattini, Geppi Cucciari, Virginia Raffaele, Flavio Montrucchio, Antonia Liskova
Soggetto e Sceneggiatura: Giovanni Veronesi, Ugo Chiti
Montaggio: Giogiò Franchini
Fotografia: Arnaldo Catinari
Musica: Andrea Guerra
Prodotto da Warner Bros. Italia, colore, 88′

Francesco e Claudia sono giovani e molto amici: siamo a Lecce, lui è un avvocato, che si perde in dibattimenti e cause oltre qualunque limite ed è pure consigliere comunale; lei è una italo-francese, veterinaria, davvero sensuale e anticonformista. Tra loro il rapporto è ottimo, ma quando Claudia conosce Giovanni e lo vuole sposare, l’attrazione sottintesa di Francesco per l’amica verrà fuori in qualche modo e con irresistibili conseguenze.
Commedia diretta da Giovanni Veronesi, semplice, diretta, lineare, con un cast ricco e bella ambientazione generale e con Fabio De Luigi, qui tra le sue migliori interpretazioni cinematografiche, accompagnato da molte presenze femminili che compongono un mosaico di bellezze e caratteri molto differenti, da Laetitia Casta a Valentina Lodovini e Valeria Solarino, e non solo.

Locandina italiana La Bella e la Bestia“La Bella e la Bestia” (La belle & la bête), regia di Christophe Gans – Francia, Germania 2014 – Fantastico
con Vincent Cassel, Léa Seydoux, André Dussollier, Eduardo Noriega, Myriam Charleins, Audrey Lamy, Sara Giraudeau, Jonathan Demurger, Nicolas Gob, Louka Meliava, Yvonne Catterfeld, Dejan Bucin
Soggetto e Sceneggiatura: Christophe Gans
Montaggio: Sébastien Prangère
Fotografia: Christophe Beaucarne
Scenografia: Bernhard Henrich, Ernestine Hipper
Musica: Pierre Adenot
Prodotto da Eskwad, Pathé, Studio Babelsberg per Notorious Pictures, colore, 110′

Dopo aver perduto la sua fortuna in mare, nel 1810 un mercante è costretto a ritirarsi in campagna con i suoi sei figli.Tra questi c’è Belle, la più giovane. Ma durante un viaggio il padre scopre il regno della Bestia che lo condanna a morte per aver rubato una rosa dai suoi possedimenti. Belle, che si sente responsabile dell’accaduto, si offre al posto del padre ma sarà l’occasione per conoscere la Bestia e anche il suo tragico passato, e così la giovane ragazza proverà a cambiare il destino.
Nuova trasposizione per il grande schermo della celebre fiaba, tra le quali il capolavoro d’animazione della Disney. Christophe Gans qui lavora molto sulla fisicità dei protagonisti, soprattutto l’affascinante Léa Seydoux, e su molti effetti speciali e una fotografia che va a risaltare i colori e l’ambientazione fantastica. Oltre a cercare di raccontare aspetti della storia finora non affrontati con grande precisione.

Locandina Tir“Tir”, regia di Alberto Fasulo – Italia, Croazia 2013 – Documentario, Drammatico
con Branko Zavrsan, Lucka Pockja, Marijan Šestak
Soggetto e Sceneggiatura:  Alberto Fasulo, Carlo Arciero, Enrico Vecchi, Branko Zavrsan
Fotografia: Alberto Fasulo
Prodotto da Nefertiti Film, Focus Media, in collaborazione con Rai Cinema per Tucker Film, colore, 86′

Branko è un ex insegnate croato che da un pò di tempo è diventato un camionista per una ditta di trasporti italiana. E lo stipendio, adesso, è anche tre volte superiore. I viaggi da solo o insieme a Maki, un altro trasportatore con famiglia a carico, caratterizzano la vita di Branko che riesce a telefonare alla moglie e al figlio ogni tanto ma nel contempo con grande attenzione, passione, professionalità conduce il nuovo mestiere, difficile e avvolte alienante.
Il film vincitore al Festival del Film di Roma 2013 arriva in sala. Alberto Fasulo racconta una storia davvero inusuale, che ha la struttura di un documentario per conoscenza di ciò che descrive e attenzione ai dettagli, e attraverso il personaggio di Branko che è disposto a rimettersi in gioco e sacrificarsi per sè stesso e per la sua famiglia comprendendo allo stesso tempo però che tutto ciò lo allontana da casa e lo pone di fronte a rinunce e sofferenze. Ma è comunque una realtà da scoprire e “Tir” ne è la perfetta occasione, in un unione tra generi molto convincente.

Il Cinema di Post Scriptum…in breve!

“Il Violinista del diavolo” (titolo originale: “Der Teufelsgeiger”) è un film drammatico diretto da Bernard Rose con David Garrett, Jared Harris, Andrea Deck, Joely Richardson, Veronica Ferres. Racconta, in maniera molto romanzata, del celebre violinista Niccolò Paganini, che agli inizi dell’ ‘800 cerca di imporre il suo talento ma spreca anche le proprie energie tra donne, sostanze di qualunque tipo e gioco d’azzardo. Peraltro, la sua fama di scapestrato lo precede, tanto che nessuno sembra credere in lui ma un tale Urbani, agente che sembra essere stato mandato dagli inferi, gli sottopone un contratto che prevede il certo raggiungimento del successo in cambio della sua anima.

“Spiders 3D” è un thriller diretto da Tibor Takacs con Patrick Muldoon, Christa Campbell, Sydney Sweeney, William Hope, Shelly Varod. Un film che viaggia sul filo della fantascienza, dell’horror, del disaster movie. Un esperimento sovietico che importa un attacco di ragni che crescono a vista d’occhio fino a New York, e gli eroi del caso che dovranno salvare l’intera popolazione. Insomma, ho già detto tutto…

“La scuola più pazza del Mondo” è un film d’animazione giapponese diretto da Hitoshi Takekiyo. La scuola elementare St. Claire apre le porte per la visita di quelli che saranno i nuovi alunni. Le piccole Mako, Miko e Matsuko s’infilano nell’aula di scienze, e giocano sul modello di anatomia, scarabocchiandolo. La notte seguente, il modello grida vendetta e con l’aiuto dello scheletro invita le tre a una danza che è in realtà un tentativo per spaventarle. Ma le tre piccole non si lasceranno certo metter paura!

“La legge è uguale per tutti…forse” è un film di Ciro Ceruti e Ciro Villano che racconta la storia di due cognati, Cosimo e Damiano: il primo vive di imbrogli e truffe religiose, il secondo è un avvocato penalista. Si trovano coinvolti in un caso il cui principale indiziato è Cosimo, e sarà soltanto l’inizio dei guai, e per entrambi.

Giuseppe Causarano
Twitter @Causarano88Ibla 

 

SeguiPostScriptumBlog